Djokovic Caruso

Djokovic espulso dall’Australia, al suo posto Salvatore Caruso

0
167

L’Australia ha definitivamente revocato il visto a Novak Djocovic, al suo posto nel tabellone l’italiano Salvatore Caruso

Sembra essere giunta al termine la disputa tra Novak Djokovic ed il governo australiano. Arrivato nel nuovissimo continente per difendere il titolo agli Australian Open, che ha conquistato 9 volte in carriera, per Nole sono cominciati i problemi.

Le posizioni NoVax del numero uno ATP erano (e sono) ben note a tutti. L’Australia, in tal senso, è sicuramente tra le nazioni più attente ed intransigenti e, da lì a pensare che potesse essere accettato un visto “chiacchierato” ce ne passa di acqua sotto i ponti.
La cronistoria della vicenda è ormai cosa chiara, l’arrivo a Melbourne, il fermo, il pass ottenuto con la guarigione dal Covid, l’incongruenza sulle date, la conferma del visto, l’appello e la definitiva revoca in appello.


Ognuno libero di scegliere se e come prendersi cura della propria salute, sia chiaro. Ognuno libero di scegliere se credere o meno al vaccino o agli ufo. Questo, però, non può e non deve trasformare un tennista, per quanto forte ed influente, in un paladino della “giustizia”.
Nole è tra i più forti tennisti mai nati, ma non può e non deve essere paragonato a chi, per la libertà “di tutti” ha lottato sul serio.

DJOKOVIC NON GIOCHERÀ IL TORNEO, AL SUO POSTO UN ITALIANO

La revoca del visto per Novak Djokovic, con il serbo che non potrà giocare l’open d’Australia, lascia una falla nel tabellone. Al suo posto subentra Salvatore Caruso.
Il tennista siciliano, eliminato nelle qualificazioni prenderà il posto di Djokovic nel tabellone, andando così a ricoprire il ruolo di “testa di serie numero 1”.
Nato ad Avola nel 1992, Caruso è 150° nella classifica ATP ed incontrerà, ironia della sorte, l’altro serbo Miomir Kecanonic nel primo turno.


Comments are closed.