Coppa d'Africa

Coppa d’Africa: non decolla lo spettacolo, pochi gol e tanti errori

0
205

Pochi gol e tanti errori in avvio di Coppa d’Africa: polemiche e veleni sulla competizione continentale

A lungo si era discusso sull’opportunità o meno di avviare una competizione continentale nel pieno dei campionati nazionali.
Discussione non priva di polemiche con i club europei che lamentavano la partenza dei propri calciatori e, soprattutto, ponevano l’accento sul rischio legato al periodo pandemico.

Irremovibile la Confederazione calcistica africana che ha avviato, quindi, la competizione in Camerun con le 24 nazionali qualificate.


Tempi e modi rivedibili, ma ancor più è la qualità che latita. Se non nei nomi, che comunque restano interessanti, da un punto di vista organizzativo sembra mancare ancora un bel po’ di lavoro. Lavoro indispensabile per offrire l’appeal necessario ad una manifestazione continentale.

Dai palloni sgonfi di Nigeria-Egitto, passando per Tunisia-Mali con l’arbitro che ha fischiato 2 volte in anticipo la fine, per finire con Mauritania-Gambia dove per ben 2 volte è stato sbagliato l’inno nazionale.

Tanti i casi Covid tra i calciatori che, in qualche modo, tengono in ambasce i club di appartenenza.

Non sono, però, solo le questioni organizzative e quelle legate al covid a minare l’interesse per la Coppa d’Africa. Un dato che, ad oggi, rende ancora meno apprezzabile la competizione è la quasi totale assenza di spettacolo sportivo.

Dopo il primo giro di gare, infatti, solo la partita di apertura tra il Camerun ed il Burkina Faso, ha visto più di un gol, con il Camerun che ha vinto per 2 a 1.
Nelle 12 partite sin qui disputate , valevoli per la prima giornata dei 6 gironi, solo 12 le reti segnate. 9 le vittorie per 1 rete a 0 e 2 partite finite a reti inviolate.

Pare evidente che qualcosa andrà rivisto nel format di questa competizione che merita, senza ombra di dubbio, qualcosa in più per potersi avvicinare ai Campionati Europei ai quali sembra voler ambire.

 


Comments are closed.