MADDALONESE E FRATTESE UN PUNTO A TESTA CHE NON SERVE A TANTO

0
89

Finisce a reti bianche la sfida del “Cappuccini” tra Maddalonese e Frattese.

Match molto sentito da entrambe le compagini, ma che non ha prodotto grandi emozioni sotto porta.
Tanto agonismo, proteste contro l’arbitraggio, calciatori che non si sono risparmiati sotto il profilo dell’impegno, nove ammoniti, ma al termine delle ostilità arriva solo un punticino a testa che non muove più di tanto la classifica per i rispettivi obiettivi.

A livello di morale è uno 0-0 che ha più valore per la Maddalonese che può lavorare con maggiore tranquillità in vista del rush finale. Un pizzico di delusione maggiore tra gli ospiti che, con maggiore qualità tecnica, lascia a Maddaloni due punti che potrebbero costare sulla strada playoff. Torna in panchina mister Angelo Valerio e la sua grinta si fa subito sentire. In campo De Rosa dal primo minuto nonostante una settimana vissuta con qualche problema di salute, mentre non è stato dei migliori il ritorno in campo di Zacchia che dopo meno di mezz’ora, dall’ingresso sul terreno di gioco, ha risentito dei problemi al ginocchio che lo avevano tenuto lontano dal campo nell’ultimo periodo. Maiuscole le prestazioni di Percope e Pingue, Della Ventura in trance agonistica con tutta la sua esperienza, De Fenza tornato ai livelli che conosciamo. Frattese con il peperino Orlando in evidenza, la sicurezza di Armeno e un Prisco come al solito pericoloso ad ogni pallone toccato. Maddalonese che parte con piglio autoritario grazie a Fava che si fa subito spazio in area con due conclusioni che non c’entrano lo specchio della porta. Al 10’ occasione colossale per la Frattese con Orlando che scappa sulla fascia superando anche Cerreto in uscita, ma il miracolo di De Fenza sulla linea evita il peggio. Al 17’ rete annullata alla Frattese che fa saltare i nervi agli ospiti. Un fuorigioco chiamato solo dopo la marcatura nerostellata in una sorta di VAR applicato ai dilettanti: la decisione, infatti, avviene dopo il consulto arbitro-assistente di linea. Primo tempo che scivola via senza grandi emozioni con le squadre che non si fanno troppo male. Qualcosina in più nella ripresa ma senza troppo convinzione di andare a cercare i tre punti. Al 60’ lo strappo letale di Armeno sul vertice sinistro per il cross al bacio preda dello stacco di testa impetuoso di Prisco che trova la grande risposta di Cerreto. Al 72’ ci prova Dino Fava al volo da fuori area ma la conclusione termina alta. Si chiude al minuto 88’ con la giocata acrobatica di Prisco che in rovesciata dal limite dell’area lambisce il palo alla sinistra del portiere. Un punticino a testa in attesa di tempi migliori.


Area Comunicazione Maddalonese


Comments are closed.