Girone H

San Giorgio corsaro a Francavilla, la Mariglianese sconfitta in casa

0
220

Quarta vittoria consecutiva per il San Giorgio che si tira fuori dalle acque agitate, la Mariglianese sconfitta in casa dal Fasano di Danucci

Sabato di anticipi per due delle campane nel girone H di Serie D. Da una parte il San Giorgio di Ambrosini che va ospite del Francavilla, dall’altra la Mariglianese che riceve il Fasano al Santa Maria delle Grazie.

Umori diversi alla vigilia per le due squadre campane che hanno come obiettivo dichiarato, la salvezza.
Fino alla sosta, ad onor del vero, per la Mariglianese si prospettava un cammino ben più roseo e, per il San Giorgio, grosse difficoltà a centrare l’obiettivo.


Gli interventi operati dalle società nella pausa invernale, evidentemente, hanno sovvertito le gerarchie di questo particolare confronto diretto tra le ultime due neo promosse dell’eccellenza campana.

Il San Giorgio, che aveva opta per il cambio di guida tecnica, affidando i granata a Mr.Salvatore Ambrosino, hanno inanellato quattro successi di fila. La Mariglianese invece, salutato Peluso sbarcato a Castellammare di Stabia, si sono affidate ad un mercato forse più quantitativo che qualitativo e non è più riuscita a trovare la vittoria.

San Giorgio corsaro a Francavilla

Non era certamente la sfida più facile da affrontare per gli uomini di Ambrosino.
I lucani, terzi in classifica prima della sfida odierna, avevano necessità di punti per restare attaccati al treno di testa. I campani, dal canto loro, andavano in cerca di conferme per tirarsi fuori dalle acque agitate della zona play out.

Dopo i successi sul Matino ed il Lavello e la fondamentale vittoria nella sfida del Paudice proprio contro la Mariglianese, nello scorso weekend, Ambrosino ed i suoi trovano ancora i tre punti. Un’autorete consegna la vittoria alla formazione napoletana che si installa, provvisoriamente, in undicesima posizione in comproprietà con la Mariglianese, ma con il vantaggio negli scontri diretti.

Prossimo match per il San Giorgio contro il Bitonto, secondo in classifica, al Paudice.

La Mariglianese non riesce più a vincere

L’ultima vittoria per i biancazzurri di Mr. Sanchez risale al 18 dicembre scorso quando, vittima una Nocerina in evidente difficoltà societaria, Esposito e compagni si erano imposti per 3 reti ad 1.

Era la 17a giornata e da allora, per gli uomini del Presidente Abete, 2 pareggi e 3 sconfitte con una gara da recuperare proprio contro il Francavilla.

Dopo la partenza di Peluso, Mr.Sanchez, aveva già sottolineato come l’uscita del forte esterno di difesa aveva in qualche modo scompigliato i piani tattici. Seppur intervenuto sul mercato, il DS Stiletti, sembra non essere riuscito ad offrire al tecnico le giuste alternative per ridisegnare lo scacchiere.
A questo punto, gli straordinari risultati del girone di andata rischiano di essere vanificati se, ancora una volta, Sanchez non riuscirà a tirare il coniglio dal cilindro.

La partita

Al Santa Maria delle Grazie arriva il Fasano, in straordinario stato di forma dopo il cambio di guida tecnica con la panchina affidata a Ciro Danucci. Nella prima frazione di gioco, seppur in affanno e con qualche recriminazione, capitan Esposito ed i suoi hanno tenuto testa alla compagine pugliese.

Nella seconda frazione, complice anche l’espulsione di Pantano intorno al quarto d’ora, la Mariglianese è stata costretta ad abbassare il baricentro e ad offrire il fianco ai biancazzurri pugliesi. Da rivedere un probabile fallo in area pugliese prima della ripartenza che ha portato Pantano al fallo da rosso.
La rete della vittoria, siglata da Batista all’85’, è arrivata dopo un importante forcing che ha visto il Fasano colpire anche una traversa.

Inutile, nei fatti, la reazione d’orgoglio dei napoletani che, nel recupero, perdono per espulsione anche Ragosta.

Subentrato per dar man forte all’assalto finale, Ragosta riceve il cartellino rosso, dopo reiterate proteste ed un fallo assolutamente evitabile. Segno di un crescente quanto evidente nervosismo tra le fila dei biancazzurri.

Mariglianese, nel prossimo turno, che va in trasferta al Poli di Molfetta con il biancorossi in piena lotta per i playoff.
Per i biancazzurri sembra giunto il momento di guardarsi alle spalle, al di là dei proclami entusiastici di prima della sosta, con la zona playout che si avvicina pericolosamente.


Comments are closed.