protocollo

Nuovo protocollo per gli sport professionistici: stop con il 35% di positivi

0
313

Rivisto il protocollo per lo sport professionistico: Governo e Regioni trovano l’accordo

Presentato, solo qualche giorno fa, il protocollo per la Serie A che prevedeva l’obbligo di disputare le partite con 13 atleti arruolabili (compresi i tesserati della primavera). Così è stato lo scorso week end, ma questo ha sollevato un polverone di polemiche destinato, inevitabilmente, ad allertare la governance per una rivalutazione.

Raggiunta, in queste ore, l’intesa tra Governo centrale e regioni. Si pone al 35% la soglia al di sotto della quale le ASL non potranno intervenire.
Il protocollo fa riferimento, da quanto si apprende, al gruppo squadra, e lascia intendere un riferimento diretto ai soli calciatori.
Nello specifico e a titolo d’esempio, con le nuove direttive un club con 35 calciatori in rosa ed un numero di positivi inferiore a 12, dovrà scendere in campo regolarmente.


Mariastella Gelmini, Ministro per gli Affari Regionali, ha dichiarato:

Il protocollo con le nuove regole Covid per gli sport di squadra sul quale  stata raggiunta un’intesa in Conferenza Stato-Regioni è “un punto di equilibrio ragionevole, a tutela sia del mondo sportivo che della salute pubblica. Questo documento sarà ovviamente trasmesso al Comitato tecnico scientifico


Comments are closed.