Il Napoli domina la Sampdoria, fuori Insigne per infortunio

0
284

Partita senza storia al Maradona: il Napoli passa con il gol di Petagna nel primo tempo, Sampdoria senza scampo

I numeri della partita raccontano di una sfida dominata, in lungo e largo dal Napoli di Mr.Spalletti (tornato in panchina dopo il Covid). Un risultato che testimonia solo in parte la mole di gioco espresso dagli azzurri contro una Sampdoria mai nella partita.

Più di 20 i tiri verso lo specchio della porta blucerchiata, ed un possesso palla intorno al 70%. Una quantità di passaggi più che doppia rispetto all’avversario (711) ed il conto dei corner fissato sul 13 a 0.


Il gol di Petagna al 43′ del primo tempo dopo che, solo qualche minuto prima, era stata annullata (giustamente) la marcatura di Juan Jesus per fuorigioco millimetrico.

Nota stonata della serata l’infortunio muscolare di Lorenzo Insigne. Il capitano azzurro, che fino a quel momento aveva ben figurato, su un prepotente allungo ha avvertito una fitta alla coscia destra. Immediato l’ingresso in campo dello staff medico mentre Politano andava a riscaldarsi pronto all’ingresso sul campo.
Stoici i minuti successivi di Insigne che, stringendo i denti per consentire al compagno di prepararsi al meglio, ha trovato il coraggio di calciare verso la porta impensierendo il portiere avversario.

I ritmi sostenuti hanno offerto anche un buon segnale per la tenuta atletica del gruppo. Nota più che positiva, ancora una volta, la personalità e la qualità di uno straordinario Lobotka che si è preso le chiavi del centrocampo azzurro dettando tempi e recuperando una quantità impressionante di palloni. Ghoulam sugli scudi per la seconda partita consecutiva, sostituito sul finire dal neo acquisto Tuanzebe.

Clean sheet per Ospina che non è mai stato impegnato seriamente, la difesa del Napoli resta la migliore della Serie A con soli 15 gol subiti in 21 partite.


Comments are closed.