π—Ÿπ—” 𝗧π—₯π—”π—©π—˜π—₯𝗦𝗔 π—‘π—˜π—šπ—” π—Ÿ’π—œπ— π—£π—₯π—˜π—¦π—” π—”π—Ÿπ—Ÿπ—” π—‘π—’π—–π—˜π—₯π—œπ—‘π—” π—‘π—˜π—Ÿ π—™π—œπ—‘π—”π—Ÿπ—˜. π—Ÿπ—’ 𝗦𝗖𝗒𝗑𝗧π—₯𝗒 π——π—œπ—₯π—˜π—§π—§π—’ 𝗖𝗒𝗑 π—œπ—Ÿ π—Ÿπ—”π—§π—œπ—‘π—” π—™π—œπ—‘π—œπ—¦π—–π—˜ 𝗖𝗒𝗑 𝗨𝗑 π—§π—œπ—₯𝗔𝗧𝗒 𝟭-𝟭

0
251
Scontro diretto molto tattico, ma le emozioni non sono mancate.
Tra il Latina e la Nocerina finisce 1-1 dopo una gara fatta di grande concentrazione da parte dei protagonisti sul campo, decisa dagli episodi arrivati da calci da fermo e con gol simili tra di loro nel primo tempo, ma dando emozioni anche nella ripresa.
Scuderi e Cavallaro hanno preparato nei minimi dettagli la sfida e il risultato di oggi Γ¨, soprattutto, frutto del lavoro meticoloso svolto in settimana.
𝗙𝗒π—₯π— π—”π—­π—œπ—’π—‘π—œ
Per il tecnico del Latina Scuderi un solo cambio nel suo 3-4-3, rispetto agli undici iniziali del successo al fotofinish nella partita esterna contro il Carbonia, ovvero Allegra al posto di Di Emma.
Poche sostituzioni anche nell’iniziale 3-5-2 per il tecnico Cavallaro, rispetto alla vittoria casalinga contro l’Afragolese: Morero al posto di Rizzo, formando la retroguardia a tre con Impagliazzo e Donida.
Kasteris spostato sulla linea di centrocampo per lasciare spazio in attacco a De Iulis, autore della rete vittoria contro l’Afragolese, prendendo il posto di Dammaco, escluso eccellente.
Unico confermato nel reparto avanzato è Diakitè.
𝗣π—₯π—œπ— π—’ π—§π—˜π— π—£π—’
Ritmi serrati tra le due compagini che cercano subito di infilare le rispettive difese avversarie, facendo sentire immediatamente il peso dell’importanza dello scontro tra la virtuali prima della classe e la terza.
All’ 8′ arriva un primo tentativo da parte della Nocerina con DiakitΓ¨ che prova a sfruttare una verticalizzazione arrivata dal centrocampo, ma l’attaccante per poco non controlla e permette al portiere Alonzi di raccogliere al limite.
Il Latina non lascia il pallino del gioco ai campani e prova a costruire, trovando al 10′ un colpo di testa di Crosetti su traversone, finendo perΓ² a lato.
Le poche occasioni della fase iniziale testimoniano l’incredibile concentrazione da parte delle due squadre e il rispetto reciproco, ma sempre pronte ad attaccare al primo accenno di errore.
Al 18′ sono ancora i molossi ad avere l’occasione piΓΉ pericolosa con Impagliazzo su calcio d’angolo, perΓ² questo sciupa indirizzando male il suo colpo di testa.
Poche chance, tanta tattica e attesa per colpire al momento giusto l’avversario, costringendo le due compagini a guadagnare metri e occasioni attraverso le punizioni.
Infatti, la gara si sblocca proprio da calcio da fermo al 30′ con Sevieri che dalla destra disegna al centro e Esposito legge bene la traiettoria, tagliando verso la porta e in incornata insacca la rete che rompe l’equilibrio nel punteggio.
Un 1-0 improvviso per l’atteggiamento di attesa visto in campo, arrivato su episodio ma questo non scompone la Nocerina, la quale ci prova 5′ dopo con Vecchione che si accentra dalla destra, lanciando sull’altra fascia Katseris, ma quest’ultimo non controlla.
La fascia destra Γ¨ la zona dove i molossi riescono sempre a costruire e pochi minuti dopo, di nuovo Vecchione a disegnare, questa volta verso il centro dell’aria e trova la testa di Manoni, ma l’incornata non si concretizza.
Come Γ¨ successo per il Latina, l’occasione concreta per la Nocerina arriva da punizione al 43′ con Manoni, dalla sinistra a calciare verso il taglio di Impagliazzo e questo indirizza in fondo alla rete, firmando il tanto cercato e meritato pareggio.
Un ritorno di equilibrio nel punteggio giusto, sia per quello che si Γ¨ visto in campo con una gara attenta da parte delle due compagini, sia per la reazione dei molossi dopo il gol degli avversari.
π—¦π—˜π—–π—’π—‘π——π—’ π—§π—˜π— π—£π—’
Ripresa sullo stesso spartito del primo tempo, ma questa volta le due squadre provano ad alzare i ritmi per poter vivacizzare la gara.
Al 9′, la Nocerina si rende pericolosa su angolo con un giocatore che colpisce di testa, ma il pallone finisce poco alto sulla traversa.
Al 19′, i molossi hanno un’occasione ghiotta con il neo entrato Dammacco a strappare la palla centralmente a Crosetti, involandosi verso la porta avversaria e serve DiakitΓ¨ in area che realizza il 2-1, ma l’arbitro fischia il fuorigioco e scatenando le proteste della panchina rossonera.
La posizione del centravanti sembrava essere in linea con la difesa avversaria.
Le squadre manovrano e cercano di costruire azioni piΓΉ veloci, meno ragionate e a goderne Γ¨ sicuramente lo spettacolo, perΓ² la concentrazione ha la meglio e le retroguardie fermano le sortite avversarie.
Sono fasi molto tese, nelle quali le offensive non si concretizzano per un niente, ma vede piΓΉ convincenti i giocatori del Latina a metterci piΓΉ aggressivitΓ  nell’attacare il pallone, mentre la Nocerina prova a tenere i ranghi serrati per evitare brutte sorprese.
Nei minuti di recupero vengono meno tattiche e schemi, lasciando l’occasione piΓΉ importante alla Nocerina con DiakitΓ¨ a strappare il pallone a Sevieri, serve Dammacco che al limite si libera del marcatore con un finta e calcia potente, ma la palla si stampa clamorosamente sulla traversa.
Sul palo orizzontale colpito dai molossi, si conclude lo scontro diretto tiratissimo tra le due compagini che tatticamente hanno sbagliato poco e con una preparazione impeccabile.
Gara caratterizzata dagli episodi e lo spettacolo ne ha goduto, soprattutto nel secondo tempo con la rinuncia di schemi e tattiche per strappare i tre punti.

 

0

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments are closed.