π—”π—©π—˜π—Ÿπ—Ÿπ—œπ—‘π—’, 𝗕𝗔𝗦𝗧𝗔 𝗔𝗗𝗔𝗠𝗒 π—£π—˜π—₯ π—Ÿπ—” π—©π—œπ—§π—§π—’π—₯π—œπ—” . π—Ÿπ—” π—–π—”π—©π—˜π—¦π—˜ π—–π—œ 𝗣π—₯𝗒𝗩𝗔, 𝗠𝗔 π—£π—”π—šπ—” π—šπ—Ÿπ—œ π—˜π—₯π—₯𝗒π—₯π—œ π—œπ—‘π——π—œπ—©π—œπ——π—¨π—”π—Ÿπ—œ

0
200
Vittoria di misura per i ragazzi di Braglia al “Partenio”, i quali sfruttano una sbavatura della difesa avversaria a inizio gara e puniscono la Cavese, la quale haΒ  mancanto l’appuntamento del pari davanti alla porta.
Avellino chiamato a tenere il ritmo nella serrata contesa per un posto utile per i Play Off, mentre opposto il destino della Cavese, la quale deve dare un deciso cambio di direzione sotto la guida di Campilongo per evitare la nefasta retrocessione diretta.
𝗙𝗒π—₯π— π—”π—­π—œπ—’π—‘π—œ
Doppio cambio rispetto all’ultimo match finito in pari contro il Teramo nel 3-5-2 dell’Avellino guidato dal tecnico Braglia: Illanes fa accomodare Rocchi in panchina e completa il trio difensivo davanti a Forte insieme a Silvestri e Miceli, mentre Santaniello prende il posto di Fella e compone l’attacco insieme a Bernadotto. Confermata la linea a 5 titolare dell’ultima sfida.
Come gli irpini, anche la Cavese del tecnico Campilongo utilizza il 3-5-2, una novitΓ  per i blufoncΓ© visto che nell’ultima uscita persa di misura contro il Palermo Γ¨ stato utlizzato il 3-4-3, complice anche dei continui movimenti di mercato tra entrata e uscita. CosΓ¬ in campo: il 2000 Granata prende il posto del partito Tazza e compone la difesa con De Franco e Marzupio davanti a Russo. Centrocampo con Senesi, Pompetti e Lulli rispettivamente al posto di Nunziante, dello squalificato Matera e il trasferito Russotto, insieme ai confermati Cuccurullo e Ricchi. Coppia d’attacco composta da Bubas e Calderini.
𝗣π—₯π—œπ— π—’ π—§π—˜π— π—£π—’
Inizio con leggera fase di studio da parte delle due compagini campane, con gli irpini che si rendono più intraprendenti nel cercare la costruzione, mentre i blufoncè aspettano e puntano sulle fasce alla prima possibilità.
Centrocampo a specchio con due approcci differenti, ma l’analisi dura solo 10′ e l’Avellino si porta subito in vantaggio: Tito sulla sinistra mette per Adamo che sfrutta l’intervento fuori tempo del giovane Granata, stoppa e in diagonale batte facilmente Russo.
Partita sbloccata e subito da gestire comodamente per gli irpini che guadagnano sicurezza con questo vantaggio.
La Cavese non ci sta e al 24′ Bubas raccoglie il suggerimento del compagno di reparto Calderini e prova ad infilare Forte con una botta secca, ma quest’ultimo para a distanza ravvicinata.
L’occasione dΓ  la scossa che serve ai blufoncΓ© che piΓΉ volte riescono a raggiungere l’area come nel 29′ con un rigore dubbio su Calderini, ma i ragazzi di Braglia non perdono i punti di riferimento e provano a creare pericoli dalle fasce come in occasione del vantaggio.
Le sortite nel finale non danno alla Cavese il prezioso pari e l’Avellino puΓ² respirare, ritornando negli spogliatoi con il vantaggio di misura.
π—¦π—˜π—–π—’π—‘π——π—’ π—§π—˜π— π—£π—’
La ripresa inizia con un cambio per la Cavese con Granata, autore del sanguinoso errore in occasione del vantaggio dell’Avellino, che lascia il posto a De Vivo, tra l’altro ex della gara.
Inizio frenetico per ambedue le compagini, le quali iniziano a ritmo alto e senza risparmiarsi, ma il secondo tempo sarΓ  targato blufoncΓ©.
Al 10′ arriva un’occasione particolarmente ghiotta con Cuccurullo che liscia il pallone a centro area in occasione di un pericoloso calcio d’angolo per i blufoncΓ©.
La Cavese prova a fare proprio il momento e cercando con insistenza il pareggio, mentre l’Avellino subisce questo capovolgimento di fronte e aspetta di colpire in ripartenza, rischiando perΓ² di essere schiacciata dalle incursioni avversarie.
Al 17′, Braglia cerca subito di ribaltare il trend negativo dei suoi ragazzi con una serie di cambi e per poco non fa bingo proprio con il neo entrato Carriero, lesto a rubare palla a Bubas e insidiare Russo, il quale respinge in stile pallavolistico con un baker.
La controrisposta da parte della Cavese non si fa attendere e Campilongo pesca De Paoli dalla panchina, il quale al 30′ viene servito da Pompetti e si trova a tu per tu con Forte, ma il portiere si conferma provvidenziale come nel primo tempo con Bubas e rispinge di piedi la conclusione del neo entrato.
Passa il tempo, le occasioni non si concretizzano e la Cavese molla piano piano la presa, concedendola nuovamente all’Avellino che ha sofferto e difeso il vantaggio minimo, quanto basta per raccogliere i tre punti.
Un tempo a testa, ma Γ¨ alla fine l’Avellino ad avere la meglio con una rete di scarto e mantenendosi nelle zone d’alta quota, mentre alla Cavese poco si puΓ² rimproverare per una sconfitta che non avrebbere meritato ai punti, arrivata su errore del singolo e con una pari sempre sfiorato ma non concretizzato davanti alla porta.

 

0

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments are closed.