𝗘𝗦𝗣𝗘𝗥𝗜𝗠𝗘𝗡𝗧𝗢 𝗣𝗥𝗢𝗡𝗧𝗢 𝗔 𝗥𝗜𝗟𝗔𝗡𝗖𝗜𝗔𝗥𝗦𝗜: “𝗦𝗢𝗡𝗢 𝗨𝗡 𝗝𝗢𝗟𝗟𝗬. 𝗩𝗢𝗚𝗟𝗜𝗢 𝗗𝗔𝗥𝗘 𝗧𝗨𝗧𝗧𝗢 𝗣𝗘𝗥 𝗣𝗥𝗢𝗚𝗘𝗧𝗧𝗜 𝗜𝗠𝗣𝗢𝗥𝗧𝗔𝗡𝗧𝗜”

0
654

Affidabilità, versatilità, solidità e carattere da vendere. Caratteristiche preziose per un difensore (anzi un Jolly difensivo come si definisce) e per campionati competitivi come l’Eccellenza e, perché no, anche in Serie D.

Davide Esperimento ha dimostrato il suo valore nella passata stagione dopo essersi diviso tra l’inizio promettente nel Casoria e il prosieguo positivo a Pomigliano, salvo poi doversi fermare come tutto il movimento a causa del Covid e senza concludere la stagione sul campo. In estate un nuovo inizio con il progetto Marcianise, ma purtroppo l’organizzazione non semplice dei propri impegni e il nuovo stop per il Covid, hanno costretto il difensore a doversi fermare e trovare un nuovo progetto, ma soprattutto una squadra pronta ad affidargli le chiavi della retroguradia.


Abbiamo scambiato qualche battuta con Davide, dell’esperienza degli ultimi mesi, del COVID che ha fermato il calcio dilettantistico e della sua voglia di rilanciarsi subito nella categoria per rimettersi subito in mostra come è successo a Casoria e Pomigliano.

 

Ciao Davide. Ricordiamo ai nostri lettori il percorso dalla passata stagione fino ad oggi?

“La scorsa stagione sono stato a Casoria, facendo un buon campionato per poi cambiare in inverno verso Pomigliano per mia scelta, con un cammino di grande valore fino allo stop causa Covid e la fine anticipata della stagione. Questa estate sono ripartito da Marcianise, provando a mettere equilibrio anche con gli impegni lavorativi, però ho deciso di fare un passo indietro perché non riuscivo con gli orari di allenamento e aspetto un’occasione a Gennaio”.

 

La tua zona di competenza è la retroguardia. Oltre a essere solido, tecnicamente sei ben attrezzato e questo ti permette anche di essere versatile, potendo ricoprire all’occorrenza altri ruoli.

 “Mi definisco un Jolly della difesa perché posso giocare più ruoli e a Casoria ho ricoperto anche mezz’ala di centrocampo all’occorrenza. La mia zona è la difesa e in Eccellenza ho avuto modo di mettermi in mostra, tanto da essere contattato in Serie D dal Giugliano negli ultimi mesi, quando ancora sedeva Mister Carannante sulla panchina, ma purtroppo sappiamo come è finita e quindi il discorso è stato troncato”.

 

Purtroppo il Covid ha rallentato molto il mondo del calcio dilettantistico. Come vivi questa situazione da calciatore e da uomo?

 “Molto dura non allenarsi e avere la propria routine calcistica, è molto difficile per chi è da anni sui campi da calcio. Vorresti metterti sotto le fatiche, sostenerti con i compagni durante la seduta, correre e lavorare. Speriamo di poter riprendere per il 15 gennaio come dicono e poter avere un po’ di normalità. In Serie D proseguono con per i tanti spostamenti, l’Eccellenza forse ha meno rischi da questo punto di vista, quindi speriamo di vedere la ripresa anche in questa categoria”.

 

Cosa cerca Esperimento dalla sua prossima squadra e cosa può trovare la prossima squadra del calciatore?

 “Cerco un progetto solido e ambizioso, ma soprattutto una società seria e pronta credere nelle mie capacità. Io sono un giocatore che dà tutto, senza tirarmi indietro, gettando il cuore oltre l’ostacolo in campo per la squadra che mi vorrà”.


Comments are closed.