La Virtus Avellino vince di misura. Non basta il cuore al Pomigliano

0
556
Ancora bottino pieno per gli avellinesi con un Pomgliano al quale non bastano la voglia di fare bene e la nuova guida tecnica

 

La Virtus Avellino conquista altri tre punti contro il Pomigliano, al quale non basta la rivalsa del risultato a sfavore per ribaltare il proprio destino all’esordio in campionato, compromesso anche da un pizzico di sfortuna.

 

Da poche ore con il tecnico Renato Cioffi (annunciato poco prima della gara odierna) che subentra a Enzo Carannante, al “Veticano” il Pomigliano prova ad impostare una partita ad alta intensità e mettendo a frutto le idee studiate con il nuovo allenatore, ma non riuscendo mai a premiare le buone intenzioni sul rettangolo di gioco. D’altro canto, la Virtus Avellino si dimostra una squadra ostica e volenterosa come già visto nell’esordio in campionato e con pazienza, trova il vantaggio al 4’ dalla fine della prima frazione di gara con Rispoli a raccogliere il cross dalla fascia sinistra e firmando di testa il cartellino di gara per la prima volta in campionato.


 

Gli stimoli sembrano risentirne per il Pomigliano dopo la rete dei padroni di casa allo scadere della prima frazione di gioco, ma nella ripresa i granata prendono coraggio e provano a gettare il cuore oltre l’ostacolo, meritando forse qualcosa in più dal punto di vista realizzativo. La Virtus Avellino rimane granitica, regge le incursioni avversarie e mantenendo la concentrazione tra le proprie mura, rischiando anche con un rigore dubbio ma che l’arbitro ha lasciato andare per continuare a giocare. Fascia o settore centrale, il Pomigliano impatta contro i padroni di casa e la Virtus si porta in classifica un altro bottino pieno.

 

Gli avellinesi contano 6 punti insieme alla Palmese, aspettando comunque un quadro definitivo del campionato, mentre il Pomigliano si metterà subito a lavoro per recuperare l’esordio amaro in Campionato con il nuovo tecnico.


Comments are closed.