Di Michele Ivan

Ivan De Michele costruisce la sua Albanova. Il tecnico Ex Casoria punta ad avere i suoi uomini.

0
1683
Ivan De Michele ha preso a lavorare per ridisegnare l’Albanova del prossimo futuro. A pochi giorni dall’annuncio ufficiale del nuovo tecnico, cominciano a muoversi le pedine sullo scacchiere bianco azzurro.

Ivan De Michele è uomo di campo. Uno di quelli che se ne ha da dirne, te le sbatte sul muso senza filtri e senza compromessi. Una carriera da calciatore costellata di successi nei campionati dilettantistici campani e non, una volta svestiti calzerotti e pantaloncini ha indossato, con ampio merito, la divisa da coach. Sia chiaro, tuta e scarpette, non certo giacca e cravatta, così come chi vive in maniera viscerale la propria passione. Passione che poi diventa professione, questa è un’altra storia.

Per raccontare il personaggio De Michele, bisognerebbe trovare un editore disposto a pubblicare un romanzo ricco di aneddoti e retroscena “scabrosi” legati al mondo del pallone. Chissà che un giorno non lo si possa trovare.


Di qualche giorno fa è l’annuncio dell’approdo in casa Albanova del tecnico napoletano. Salutata la Casoria calcistica, dopo un campionato più che soddisfacente, nonostante le innegabili difficoltà trovate lungo il percorso, De Michele trona a lavoro. A Casal di Principe trova una società solida che, da anni, semina e fa bene nel calcio campano. Una società che, mai come quest’anno, può puntare ad essere al vertice e a giocarsela fino alla fine.

L’annuncio della nuova panchina bianco azzurra

Qualche timido approccio c’era stato, forse più sondaggi che non trattative. I media ne avevano parlato, senza tuttavia mai dare per certo l’arrivo di De Michele alla corte biancazzurra. L’accelerata improvvisa e poi l’annuncio ufficiale, tutto nell’arco di poche ore. Giornate, quelle, che in casa Albanova sono state di intensa attività tra addii eccellenti (vedi il collega Nico Erbaggio da anni voce dell’Albanova) ed arrivi altrettanto importanti.

L’annuncio ufficiale di De Michele ha stentato ad arrivare, solo per questioni logistiche, ma era ormai noto a tutti il destino della panca dell’Albanova. Da subito il tecnico ha messo in chiaro le sue ambizioni ed i suoi programmi per la costruzione della squadra. Programmi che sono stati sposati in toto dalla dirigenza e che, a breve, daranno vita al valzer del mercato.

Michele Ciano

L’addio di Capitan Ciano e le riconferme.

Potrebbe non essere l’unico addio eccellente, ma sicuramente resterà un segno nella storia dell’Albanova dopo l’addio di Michele Ciano. La società bianco azzurra ha annunciato attraverso i propri canali ufficiali il mancato rinnovo con il suo capitano. Ciano, che ha scritto pagine importanti del recente passato calcistico a Casal di Principe, ha deciso di rientrare nella sua Marcianise per seguire da vicino la sua attività con i ragazzi.

Quello di Ciano, dicevamo, potrebbe non essere l’unico addio eccellente. Sembrano sul piede di partenza anche altri due pezzi da novanta come De Micco e De Simone che hanno richieste importanti in quarta serie. Vicini i rinnovi, invece, di di Lepre e Fiorillo. Allo stesso modo potrebbe rimanere nel gruppo Michele Longo, per quanto stuzzicato dalle sirene della Serie D sponda Afragolese (società di provenienza) , il bomber napoletano avrebbe la possibilità di tornare a lavorare con Mr. De Michele che aveva avuto già a Volla qualche anno fa.

Cena Albanova

De Michele ed i suoi uomini: accordo con la dirigenza per il mercato

Ivan De Michele è allenatore focoso, ma anche attento osservatore. La sua carica non si limita al solo lavoro di campo, ma, con il dovuto rispetto per i ruoli, ha un’innata capacità di agire sul mercato. Forte della lunga militanza nei campionati dilettantistici, De Michele è a tutti gli effetti uomo mercato, alla stregua di un navigato DS. Un pacchetto di uomini fidati che, c’è da giurarci, sarebbero disposti a sputare anima e sangue per il proprio tecnico. Il gruppo prima delle individualità è il motto del neo tecnico bianco azzurro.

Se è vero quanto è vero questo, quindi, c’è da scommetterci che sul tavolo della Presidentessa Bruna Improta e del patron Giuseppe Zippo, sia stata incollata una lista scritta di proprio pugno da Ivan De Michele. Una lista di uomini, prima che calciatori, disposti anche ad eventuali sacrifici, pur di sposare la causa del proprio condottiero.

Seppur non sono stati ancora fatti nomi, in via ufficiale, immaginiamo che lo zoccolo duro che ha sostenuto le fortune del Casoria di questa stagione possano essere avvicinate dalla società dell’Albanova.

Giuseppe Sannino è uomo di De Michele. Lo si ripete da anni e, nello scacchiere del tecnico, un play basso come l’ex Forio e Casoria non può mancare.
Davide Diana, al centro della difesa, è stato tra i migliori per rendimento nell’ultima stagione di eccellenza campana. Per il neo dottore potrebbe essere un gradito approdo nella squadra della città natale.
Mario Vitale, altra straordinaria invenzione di De Michele a Casoria, per l’ex AfroNapoli ci sarebbe la possibilità di mettere ulteriormente in mostra le proprie doti.
Luigi Maiellaro, è da anni tra i numeri 1 più ambiti in categoria, per quanto non sfigurerebbe di certo nelle categorie superiori. Il legame nato tra il tecnico partenopeo ed il portiere di Fuorigrotta potrebbe favorire l’arrivo dello stesso Maiellaro alla corte di De Michele in casa Albanova.

Potrebbero essere sulla lista anche altre due pedine importanti della stagione viola appena conclusa. Antonio Napolitano ed Alfonso Cioffi. Per il primo la duttilità tattica, unita alla straordinaria dedizione, ne hanno fatto un elemento inamovibile nella rosa di De Michele. Per il secondo gioca a suo favore la giovane età ed un buon rapporto con il tecnico.

Dulcis in fundo, per quanto possa sembrare operazione al limite, ma nel novero dei partenti da Casoria con arrivo a Casal di Principe, azzarderemmo anche un colpo ad effetto. Carlo Gioielli sarebbe la ciliegina sulla torta che andrebbe a completare quel pacchetto di uomini necessari alla causa bianco azzurra, ma soprattutto all’idea di calcio di Mr. Ivan De Michele.


Comments are closed.