Savoia, ostacolo Giraud nella corsa alla Serie C

0
899
L’approdo in Serie C del Savoia appare al momento più complicato di quanto ci si potesse aspettare. Il motivo del possibile mancato ripescaggio tra i professionisti potrebbe essere lo stadio Giraud

Si complica notevolmente la rincorsa del Savoia alla Serie C. Gli oplontini, dopo l’ultima esaltante stagione passata a dare non pochi grattacapi alla corazzata Palermo, hanno infatti notevoli aspettative con riguardo ad un eventuale ripescaggio. Tuttavia, a porre freno alle ambizioni della società del presidente Mazzamauro ci avrebbe pensato quello che è stato da sempre il tempio del calcio a Torre Annunziata. Parliamo dello stadio Alfredo Giraud, allo stato attuale valutato dalla Lega Pro come impianto non omologabile per il  prossimo campionato.

I PRECEDENTI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE

Va precisato che lo stesso campo sportivo era stato già oggetto di lavori di adeguamento nel 2014. In quell’occasione, a seguito della promozione in C dei bianchi, venne installato il sistema di videosorveglianza e disposta la numerazione dei posti a sedere. Non trascurabile risulta anche l’ulteriore intervento a cui lo stadio è stato sottoposto nel corso dell’anno 2019 in vista delle Universiadi. Per quest’ultima opera di ristrutturazione, sono stati disposti fondi per un ammontare complessivo di circa 700.000 €. Una cifra ingente, che tuttavia pare dunque non esser servita a rendere il Giraud pienamente conforme ai requisiti utili al fine di poter ospitare il calcio professionistico.


LA DISPONIBILITÀ DI MAZZAMAURO

Non sono note attualmente le ragioni per cui l’impianto non sarebbe omologabile ad avviso della Lega Pro. Sta di fatto che la stessa Lega non consentirà alle squadre eventualmente ripescate di ottenere deroghe per giocare in impianti che non si trovino nel territorio comunale ove la società ripescata abbia la propria sede sociale. In ogni caso, pare che il Comune di Torre Annunziata, quale ente proprietario dell’impianto, non abbia intenzione di procedere ad ulteriori lavori di ristrutturazione. D’altronde, non vi sarebbero i tempi tecnici per indire una gara e portarla a compimento con la realizzazione delle opere commissionate entro l’avvio del prossimo campionato. Va comunque sottolineato come il presidente Mazzamauro si sia mostrato disponibile a contribuire economicamente al rifacimento della struttura attualmente esistente. La palla passa così all’amministrazione comunale che dovrà necessariamente dare risposte in breve tempo.


Comments are closed.