Gelbison

Gelbison, con Ferrazzoli si può continuare a sognare in grande

0
733
Il Gelbison si affida ad un profilo di notevole esperienza per la stagione 2020/21: si tratta di Giuseppe Ferrazzoli, ex calciatore ed allenatore con alle spalle esperienze addirittura in Serie A

Il Gelbison non sembra essere intenzionato a ridimensionare le proprie ambizioni in vista del prossimo campionato di Serie D. I cilentani, archiviata la stagione 19/20, sono ripartiti alla grande annunciando un tecnico di spessore. Trattasi di Giuseppe Ferrazzoli, allenatore che la Serie D è riuscito addirittura a vincerla con l’Isola Liri nella stagione 2007/08. Il nuovo mister non è tuttavia l’unico segnale lanciato dalla dirigenza in ottica 2020/21. La società del presidente Puglisi ha infatti annunciato anche di aver provveduto alla manutenzione del manto erboso dello Stadio “Giovanni Morra”. Presentate, inoltre, anche le nuove maglie. Un ulteriore indizio, quest’ultimo, della voglia di grande calcio che ancora anima la squadra campana dopo le buone prestazioni fatte vedere nella scorsa annata.

FERRAZZOLI: SIGNORILITÀ E IDEE AL SERVIZIO DELLA CAUSA CILENTANA

Non ha bisogno di presentazioni, il nuovo allenatore del Gelbison. Ferrazzoli è stato, infatti, un ottimo calciatore prima di essere un tecnico apprezzato e stimato. Da centrocampista col vizio del gol, arriva addirittura ad esordire in Serie A con il Piacenza nella stagione 1993/94, collezionando 19 presenze ed una rete. Veste inoltre le maglie gloriose, tra le altre, di Como, Taranto, Pescara, Giugliano e Ternana tra Serie B, Serie C1 e Serie C2.


Da allenatore, comincia la sua carriera a Castel Di Sangro in Serie C2. Guida, sempre in C2, anche Rieti e Cisco Roma, prima di passare in Serie D all’Isola Liri, compagine con la quale vince il campionato. Successivamente diviene tecnico della Primavera dell’Ascoli nella stagione 2009/10. Arrivano poi le sue prime esperienze in Campania, da mister, con Aversa Normanna e Neapolis. Nel 2014/15 torna a dirigere una formazione giovanile, assumendo la guida della Primavera del Perugia. Lascia la società umbra, però, pochi mesi dopo, accasandosi alla Triestina in Serie D. In seguito, passa in Serie C con la Torres, prima dell’importante chiamata dell’Udinese. In Friuli, nel corso della stagione 16/17 ricopre la carica di vice di Del Neri, ritornando così in Serie A, stavolta nell’area tecnica, dopo la sua esperienza da calciatore nel massimo campionato. L’ultima esperienza resta quella non felice di Agropoli dello scorso anno, quando decise di dimettersi dopo 8 partite con un bilancio di 2 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte.

Riparte dal Cilento, con grande voglia di esprimere la sua idea di calcio propositivo. Ferrazzoli tende infatti a schierare un 4-3-3 equilibrato ma ispirato dalla voglia di far gioco e di prendere l’iniziativa, non subendo, dunque, quella degli avversari. Comincerà a lavorare, presumibilmente dalla fine del prossimo mese, con l’obiettivo abbastanza chiaro di continuare a fare del Gelbison una formazione capace di dire la sua nel campionato di Serie D.


Comments are closed.