DE LAURENTIS: DALLE PAROLE AI FATTI

0
488
UN GESTO CHE E’ DESTINATO A RESTARE NELLA STORIA DI QUESTA BATTAGLIA AL CORONAVIRUS. PER AURELIO DE LAURENTIS UN’AZIONE DECISA E MIRATA AD AFFRONTARE DI PETTO IL PROBLEMA

Aurelio De Laurentis non è certo uno che le manda a dire, ma passare dalle parole ai fatti non è mai una cosa semplice. Ancor più è difficile veder mantenute le promesse che arrivano a destra e manca, soprattutto in situazioni di emergenza. Dichiarazioni roboanti arrivano da ogni parte del paese e del mondo.
Tanti i “facoltosi” che si sono annunciati benefattori e che, nei fatti stanno provando a sostenere la lotta al Covid-19.

Qualche giorno fa, ai microfoni di Raffaele Auriemma, l’ormai famoso Professor ASCIERTO, annunciava di aver ricevuto una telefonata importante. Al capo opposto del telefono c’era il presidente della Ssc Napoli, Aurelio DE LAURENITS.


Il numero 1 azzurro che, ad onor del vero, è sempre stato un personaggio un po’ sui generis, ha proposto al Professor Ascierto un sostegno economico per combattere la battaglia al Coronavirus.

Il Professor Ascierto, medico di fama internazionale e punta di diamante della medicina partenopea è stato tra i primi a proporre l’utilizzo del Tocilizumab, farmaco utilizzato nella cura dell’Artrite Reumatoide. Questo primato ha permesso al medico napoletano di balzare agli onori della cronaca, unitamente alla inutile, quanto sterile, polemica sollevata dal Dott. Galli del Sacco di Milano. Non entrerò nel dettaglio della polemica, tantomeno ritengo di poter esprimere giudizio in merito, ma sta di fatto che, ad oggi, i dati sull’uso del Tocilizumab, cominciano a dare segnali incoraggianti.

DALLE PAROLE AI FATTI

Il presidente De Laurentis, che molto spesso punta sull’iperbole dialettica per rinforzare i propri concetti, questa volta è passato velocemente dalle parole ai fatti.
A dispetto di quanto accaduto per altri “annunci di donazione”, per il presidente azzurro, non ci sono stati lanci di agenzia a caratteri cubitali, ma una silente e colpevole volontà di minimizzare.
Sulle colonne del Corriere del Mezzogiorno, in edicola questa mattina, vengono così riportate nuove dichiarazioni del Prof.Ascierto.
Il Presidente del Napoli, ha dato seguito alla sua promessa ed avrebbe, ulteriormente, alzato la posta. Di concerto con lo stesso Ascierto, De Laurentis, si è speso in prima persona per l’acquisto delle attrezzature necessarie ad allestire nuovi posti letto di Terapia Intensiva e sub-intensiva.
Alla “lista della spesa” De Laurentis ha aggiunto ventilatori polmonari, caschi CPAP e tubi endotracheali, tutto quello di cui si necessita, insomma, per ampliare la capacità di risposta all’emergenza.

 UN MESSAGGIO IMPORTANTE AL MONDO DEL CALCIO

Molto apprezzate le parole del mondo del pallone, parole di solidarietà che, è giusto dirlo, in molti casi si sono trasformate in azioni efficaci. Donazioni ed anche semplici i messaggi di vicinanza, vanno a contrapporsi alle polemiche sulla “questione sportiva” e sulla “questione economica” legate al prosieguo della stagione .
Da più parti arrivano aperture alla possibilità di continuare, anche oltre gli accordi stipulati, per portare a casa il risultato.
Resta però da vincere una battaglia che ci vede tutti dalla stessa parte, contro un avversario insidioso, ma non invincibile.
E’ per questo che l’azione del Presidente Azzurro meriterebbe ben altro risalto mediatico. Meriterebbe tanta emulazione, anche da parte di chi, ad oggi, non sembra essere intenzionato nemmeno a rimborsare il costo dei biglietti di partite mai disputate.


Comments are closed.