Il calcio campano piange Carlo Collaro, indimenticato bomber di un calcio che non c’è più

0
844
Nella giornata di ieri, si è spento a 56 anni Carlo Collaro. Con lui, se ne va un pezzo di storia del calcio campano

Non basterebbero i numeri per descrivere ciò che Carlo Collaro è stato per il calcio della nostra terra. Parlano da soli gli innumerevoli messaggi di cordoglio delle tifoserie che hanno potuto ammirare le sue gesta. Su tutte, quelle di Afragolese e Puteolana, formazioni con le quali Collaro si consacrò come indubbio protagonista nel panorama calcistico campano. Indimenticabili rimarranno le reti con le quali, nell’annata 1988/1989, guidò i Diavoli rossi dell’allora allenatore Faustinho Canè alla vittoria del campionato di Serie C2. Piange la sua scomparsa anche il popolo afragolese, che lo vide scendere in campo con la casacca rossoblù in 95 occasioni tra il 1984 ed il 1987. Vestì, inoltre, le maglie di Nola, Sangiuseppese, Grumese, Acireale e Savoia, che fu ultima tappa, nel 1994, della sua brillante carriera.

Uno scherzo del destino vuole che ora, proprio a pochi giorni dalla sua dipartita, Afragolese e Puteolana si affrontino in un duplice confronto che potrebbe essere passaggio determinante di una stagione, quella in corso, che si appresta a premiare una delle due con il ritorno nel calcio che conta. Una doppia sfida tra Coppa e campionato che sarà occasione per ricordare al meglio un campione che rimarrà per sempre nei cuori di chi ama il nobile football di provincia.


 


Comments are closed.