Casoria corsaro sull’isola. La viola centra il quarto successo in campionato

0
534
Un ottimo Casoria espugna Forio d’Ischia. 2-0 il risultato finale con le reti di Napolitano e Siciliano. I viola mantengono il sesto posto in classifica a – 4 dalla zona play-off

È un Casoria grintoso e caparbio, quello capace di imporsi, quest’oggi, nella trasferta isolana di Forio d’Ischia. I ragazzi di De Michele sono stati infatti capaci di portare a casa una vittoria non semplice, contro un avversario assetato di punti. Decisive le mosse dell’allenatore dei viola, con le reti arrivate nel secondo tempo grazie alle giocate di due uomini inseriti in corso d’opera: Napolitano e Siciliano. Da segnalare inoltre anche la perseveranza della Viola del Sud, a cui va il merito di non aver ceduto sotto il peso emotivo del rigore fallito da Patrizio Ioio in apertura di ripresa.

LA PARTITA


Il Casoria scende in campo con il tridente pesante Cirelli – Ioio – Ventola, e comincia sin dai primi minuti ad impensierire la Real Forio. Al 20′ arriva la prima grande occasione per gli ospiti, con Sannino, che, dopo una percussione sulla sinistra di Russo, calcia incredibilmente alto a pochi metri dalla porta. I viola continuano a macinare gioco e costringono il Forio nella propria metà campo, impensierendo ancora una volta la retroguardia ischitana con una conclusione al volo di Ioio, abilmente bloccata dal portiere al 45′. Termina così la prima frazione sullo 0-0.

La ripresa si apre con il Casoria ancora propositivo. Al 51′, Ventola va subito vicino al vantaggio con una conclusione pericolosa che termina di poco a lato. È il preludio a quello che parrebbe essere il momento giusto, per i viola, per piazzare il vantaggio. Al 60′, infatti, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dalla destra, arriva il fallo di mano di Coppola in area biancoverde. Per il direttore di gara è calcio di rigore. Dagli 11 metri si presenta Ioio, che sbaglia però centrando il palo a portiere battuto.

La squadra di De Michele non ci sta e continua a spingere, guadagnandosi un calcio di punizione dal limite al minuto 77. Sulla palla va lo specialista Sannino, che calcia però fuori a pochi centimetri dal palo. Il copione si ripete 4 minuti dopo, quando Trofa, già ammonito, commette di nuovo fallo al limite dell’area. Per lui arriverà il secondo giallo e la conseguente espulsione. Sulla punizione stavolta va Napolitano, subentrato nella ripresa, che con un preciso destro infila il portiere isolano sul palo coperto dalla barriera. È il colpo del K.O. per la Real, che capitola nuovamente nei minuti di recupero, quando Siciliano, anch’egli inizialmente in panchina, fa tutto da solo mettendo in rete il 2-0 definitivo. Nel finale, c’è solo spazio per l’espulsione dell’ischitano Fiorentino, che lascia così i suoi in 9 nei pochi secondi intercorsi tra il raddoppio ospite ed il triplice fischio.

 


Comments are closed.