La Campania ha la sua promessa nel Futsal. Claudio Odierna convocato in nazionale.

0
1357

È partito lo stage Futsal+ a Tirrenia, evento promosso dal Settore Giovanile e Scolastico, in collaborazione con il Club Italia della FIGC.

Dalla Scuola Calcio Striano, l’unico rappresentante, dei quindici chiamati all’appello, della Campania.
La società Strianese, che da sempre opera con meticolosa dedizione, ha offerto al panorama nazionale il giovanissimo Claudio Odierna. Classe 2004, il giovanissimo calciatore campano, sarà impegnato fino al 7 Settembre a Tirrenia, per seguire il programma formativo sotto la guida dei tecnici federali SGS.
La manifestazione rientra nell’ambito del Programma di Sviluppo di Formazione Tecnica ed Educativa Futsal+, ed è riservata ai calciatori Under 16 appartenenti alle società di Calcio a 5.


La società e la famiglia hanno espresso soddisfazione

Evidente la soddisfazione della società napoletana che ha espresso, attraverso un comunicato, il proprio entusiasmo per il risultato raggiunto dal loro atleta.

La nuova stagione inizia con una soddisfazione importante per la nostra scuola calcio. Il nostro allievo, Claudio Odierna classe 2004, farà parte dei 15 under16 che dal 1 al 7 settembre, sotto la guida dei tecnici federali, verranno coinvolti nel programma tecnico che si svolgerà presso il Centro di Preparazione Olimpica del CONI di Tirrenia.
L’unico campano convocato in questa iniziativa nazionale dedicata al calcio a 5.
Un premio che gratifica l’impegno in questa disciplina e ne valorizza ancor di più l’importanza di praticarla.
Buon lavoro Claudio!

Con queste parole, la società ed i suoi dirigenti, hanno augurato a Claudio Odierna un futuro radioso.

Non da meno la gioia della famiglia Odierna. Con papà Nello, da sempre impegnato nel mondo dell’informazione sportiva ed oggi, ufficialmente, addetto stampa dell’Afragolese Calcio, la mamma del giovanissimo calciatore ha testimoniato il proprio orgoglio per il primo traguardo importante di Claudio.

La convocazione è arrivata sorprendendoci. Quando l’ho riferito a Claudio, quasi non ci credeva. – ha raccontato papà Nello – Ho dovuto mostrargli il documento ufficiale che ci era stato recapitato e da lì è stato un sussegursi di emozioni che ancora stiamo metabolizzando.


Comments are closed.