Ferrari straordinaria a Spa: prima fila tutta rossa

0
447
Uno straordinario Charles Leclerc regala la pole position alla Ferrari sul mitologico tracciato di SPA. Vettel secondo, Hamilton terzo

L’attesa per la riscossa rossa in terra belga è stata finalmente premiata. Più veloci sin dal venerdì, le Ferrari hanno infatti mostrato la propria supremazia sul tracciato di Spa. Arriva così la pole position per la scuderia di Maranello, che può così seriamente sperare di ottenere la prima vittoria stagionale nella gara di domani. Straordinario l’1’42 e 519 fatto segnare da Charles Leclerc, che ha rifilato ben 7 decimi al compagno di squadra Sebastian Vettel ed alla prima Mercedes di Lewis Hamilton.

L’ANALISI DEL GIRO PERFETTO

Le due Ferrari hanno fatto valere in qualifica la ritrovata competitività della SF90, sfruttando la perfetta predisposizione della monoposto al circuito di Spa. Significativi sono infatti i dati raccolti nel primo settore, al termine del rettilineo del Kemmel. È soprattutto lì che le vetture italiane hanno fatto la differenza, con una velocità di punta di oltre 340 km/h ed un distacco netto rifilato alla Mercedes di quasi 6 decimi. Lo stesso può dirsi anche dell’ultimo settore, caratterizzato soprattutto dal lungo curvone veloce di Blanchimont. La Rossa ha fatto dunque valere la propria differenza in termini di cavalli rispetto al propulsore Mercedes, differenza acuita anche dalle novità aerodinamiche introdotte in Belgio e dalla nuova power unit del Cavallino.


PROBLEMATICHE: PASSO GARA E SETTORE CENTRALE

La prima fila tutta rossa non lascia però tranquilli gli uomini della scuderia italiana. Le simulazioni sul passo gara del Venerdì non sono state incoraggianti. C’è inoltre da risolvere il nodo “settore centrale”, lì dove la Mercedes guadagna in media 4/5 decimi di secondo, grazie ad una maggiore guidabilità nei tratti lenti del circuito, ed in specie nella chicane di Les Combes e nelle curve Bruxelles e Stavelot. Non è ancora finita dunque. Ci attende una gara tutta da scoprire, in cui la Ferrari, però, parte come netta favorita.


Comments are closed.