Eccellenza, alla scoperta delle Big campane: l’Afragolese di Giovanni Masecchia

0
361
L’Afragolese è pronta a recitare il ruolo di favorita nel prossimo campionato d’Eccellenza. Nel corso del mercato estivo, allestita una rosa ampia con più soluzioni di qualità in ogni reparto

Non hanno badato a spese in quel di Afragola per il raggiungimento di un sogno che, da diverse annate, tormenta la città intera: la Serie D. Il Presidente Raffaele Niutta ed il DS Gaetano Romano hanno costruito una vera e propria corazzata, già indicata da tutti gli addetti ai lavori come favorita per la vittoria del campionato. Alla guida della formazione rossoblù ci sarà ancora Giovanni Masecchia, allenatore subentrato a Biagio Seno nel corso della scorsa stagione, riconfermato dopo l’ottimo girone di ritorno disputato dalla sua squadra. Decisivi in tal senso sono stati infatti i 37 punti sui 45 disponibili ottenuti in 15 partite di regular season, frutto di 12 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte.

LA DIFESA: DUE UNDER SUI LATERALI ED UNO IN PORTA. IN MEZZO, TANTA ESPERIENZA

Luigi Palumbo, un passato in C tra Messina e Fondi

Per quanto riguarda il reparto arretrato, si ripartirà dallo stesso schieramento utilizzato nelle ultime annate: la difesa a 4. In porta ci sarà il giovane Luigi Caputo, classe 2002 proveniente dal Villa Literno, reduce addirittura dalla convocazione in nazionale dilettanti U17. Da esterni bassi agiranno poi Luca Liguori, terzino destro classe 2000, l’anno scorso in forza al Giugliano, e Vincenzo Romano, terzino sinistro classe 2002 prelevato dal Granata. La coppia di centrali sarà formata invece, con tutta probabilità, da Luigi Palumbo e Nicola Lagnena. Palumbo rappresenta una certezza in casa rossoblù, dato l’ottimo rendimento della passata stagione. Importanti esperienze in Serie C per lui, condite da 127 presenze e 4 reti con le maglie di Messina e Fondi. Lagnena non è da meno, avendo all’attivo oltre 300 presenze in Serie D, di cui 30 nello scorso campionato disputato con la Turris.


CENTROCAMPO: TRA QUALITà ED AGONISMO 

Anche in mediana sono arrivati alcuni dei migliori prospetti che il mercato poteva offrire. Ingaggiati infatti Ricci, Viscido ed Ausiello. Riconfermati inoltre Marzullo e Santonicola.

Renato Ricci, centrocampista ex Audax Cervinara

Renato Ricci, classe 1991 proveniente dall’Audax Cervinara, potrebbe diventare il nuovo regista della formazione afragolese. Tanta la sua qualità tecnica, testimoniata anche da un curriculum invidiabile. Cresciuto nel settore giovanile dell’Inter, il 28enne centrocampista può vantare importanti esperienze in C ed in D con le maglie, tra le altre, di Avellino e Mantova. Accanto a lui agiranno quasi sicuramente da mezze ali, Filippo Viscido e Giuseppe Ausiello. Viscido, interditore di natura, ha alle spalle oltre 150 presenze in Serie D e 26 in C con Avellino e Campobasso.  Vero e proprio combattente in mezzo al campo è anche Ausiello, reduce dall’ultimo campionato di Serie D in cui ha messo a segno 2 reti in 29 presenze con la casacca del Savoia.

ATTACCO: REBUS DA RISOLVERE. OSARE O MENO?

Dino Fava Passaro, 26 reti la scorsa stagione

Per quanto riguarda il reparto offensivo, il DS Romano, di concerto con il Presidente Niutta, ha ingaggiato ben 3 prime punte oltre ad aver allestito una batteria invidiabile di esterni offensivi. Proprio quest’ultimo elemento potrebbe rappresentare un indizio sulle reali intenzioni di Giovanni Masecchia. Il tecnico potrebbe infatti optare per un assetto iperoffensivo con 2 esterni d’attacco posti ai lati dei 2 centravanti. A sostegno di tale ipotesi, ci sarebbe anche la rilevante caratura degli attaccanti puri ingaggiati, tra cui spiccano Dino Fava ed Alessio Befi. Fava e Befi sono reduci infatti da due stagioni esaltanti, concluse per entrambi con il titolo di capocannoniere nei rispettivi gironi d’Eccellenza (26 reti per Fava; 20 per Befi). Lasciare uno dei due fuori sarebbe dunque difficile e potrebbe non essere necessario data la presenza in rosa anche di Michele Longo, prima punta ex Real Forio e Virtus Volla (15 reti nella scorsa stagione).

Gennaro Signorelli in Serie D con la maglia della Frattese

Sugli esterni poi c’è solo l’imbarazzo della scelta. Presi Murolo, Signorelli, Manzo, Perna e Mosca, con i primi due che sembrerebbero essere favoriti per la titolarità. Murolo agirebbe in questo caso sulla destra mentre Signorelli sarebbe relegato sulla sinistra. Signorelli, proprio nel ruolo di esterno sinistro del tridente offensivo, è riuscito a realizzare ben 10 reti nella sola seconda parte della scorsa stagione giocata con l’Albanova. Emanuele Murolo ha invece alle spalle la vittoria del campionato con il Giugliano, arricchita da 5 marcature messe a segno nel girone di ritorno. Occhio comunque a Pasquale Manzo (esterno sinistro classe 1995, 11 reti nello scorso campionato d’Eccellenza con la Polisportiva S.Maria; esperienze in D con Triestina e Celano) e Michele Mosca (esterno destro classe 1994, 14 reti nello scorso campionato d’Eccellenza con il Sant’Agnello).


Comments are closed.