FIGC: nessuna sorpresa, rieletto Gabriele Gravina

0
162

๐—™๐—œ๐—š๐—–: ๐—ก๐—˜๐—ฆ๐—ฆ๐—จ๐—ก๐—” ๐—ฆ๐—ข๐—ฅ๐—ฃ๐—ฅ๐—˜๐—ฆ๐—”, ๐—ฅ๐—œ๐—˜๐—Ÿ๐—˜๐—ง๐—ง๐—ข ๐—š๐—”๐—•๐—ฅ๐—œ๐—˜๐—Ÿ๐—˜ ๐—š๐—ฅ๐—”๐—ฉ๐—œ๐—ก๐—”
๐˜“โ€™๐˜ฆ๐˜ญ๐˜ฆ๐˜ป๐˜ช๐˜ฐ๐˜ฏ๐˜ฆ ๐˜ฆฬ€ ๐˜ข๐˜ณ๐˜ณ๐˜ช๐˜ท๐˜ข๐˜ต๐˜ข ๐˜ข๐˜ญ ๐˜ฑ๐˜ณ๐˜ช๐˜ฎ๐˜ฐ ๐˜ด๐˜ค๐˜ณ๐˜ถ๐˜ต๐˜ช๐˜ฏ๐˜ช๐˜ฐ. ๐˜Š๐˜ฐ๐˜ฏ ๐˜Ž๐˜ณ๐˜ข๐˜ท๐˜ช๐˜ฏ๐˜ข ๐˜ญ๐˜ข ๐˜“๐˜ฆ๐˜จ๐˜ข ๐˜š๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ช๐˜ฆ ๐˜ˆ, ๐˜“๐˜ฆ๐˜จ๐˜ข ๐˜š๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ช๐˜ฆ ๐˜‰, ๐˜“๐˜ฆ๐˜จ๐˜ข ๐˜—๐˜ณ๐˜ฐ, ๐˜ˆ๐˜๐˜Š ๐˜ฆ ๐˜ˆ๐˜๐˜ˆ๐˜Š, ๐˜ด๐˜ช ๐˜ฆฬ€ ๐˜ต๐˜ฆ๐˜ฏ๐˜ถ๐˜ต๐˜ข ๐˜ฏ๐˜ฆ๐˜ถ๐˜ต๐˜ณ๐˜ข๐˜ญ๐˜ฆ ๐˜ญโ€™๐˜ˆ๐˜๐˜ˆ.

Non รจ stata una sorpresa la rielezione di Gabriele Gravina alla guida della FIGC per il prossimo quadriennio. In carica dal 2018, dopo il commissariamento della federazione, Gravina si รจ trovato a sfidare Cosimo Sibilia in questa tornata.


Una corsa alla presidenza non priva di polemiche ed attriti, con Sibilia che, Vicario dal 2018, reclamava il passaggio di consegne secondo un accordo che aveva portato proprio Gravina alla prima elezione senza concorrenza.

Accordo che ,pare, sia stato calpestato o, forse, “dimenticato” da chi lo aveva sottoscritto con una stretta di mano nel 2018.
Un patto di non belligeranza che avrebbe dovuto vedere il Presidente della LND prendere il posto dello stesso Gravina in questo nuovo mandato.

La vittoria รจ stata convincente nei numeri, con il rieletto Presidente Gravina che ha potuto contare sull’appoggio del presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino, il presidente della Lega Serie B Mauro Balata, il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e i presidenti di AIC e AIAC Umberto Calcagno e Renzo Ulivieri.

La Lega Nazionale Dilettanti ha ribadito lโ€™appoggio a Sibilia, mentre il neo presidente dellโ€™AIA Alfredo Trentalange ha annunciato la โ€˜neutralitร โ€™ dellโ€™Associazione Italiana Arbitri nella contesa elettorale.

Per Gravina, quindi, un quadriennio importante da affrontare con i temi caldi delle riforme annunciate e, ancor piรน prossimo, l’impegno che l’Italia e l’Europa del calcio dovranno sostenere, la prossima estate, con l’Europeo giร  rimandato lo scorso anno.


Comments are closed.