Il Casoria ci prova ma non basta. Al San Mauro, con il Mondragone, la Viola non va oltre il pari

0
382
Pareggio per il Casoria nella seconda gara del 2020

Una pareggio dal sapore amaro, quello conquistato quest’oggi dal Casoria sul proprio terreno di gioco. Al San Mauro, arrivava un Mondragone sorprendente, appaiato alla formazione di Mister De Michele a quota 31 punti. Il pari odierno lascia dunque la Viola a pari punti con i casertani con un partita in meno, quella che si recupererà il prossimo Mercoledì con l’Albanova. Proprio i casalesi saranno oggi impegnati allo Scalzone contro il Barano. Vincendo i biancazzurri si porterebbero a -2 da Gioielli e compagni, rendendo il recupero infrasettimanale del 15 Gennaio un altro appuntamento fondamentale per la conquista della post season.

LA PARTITA

Il primo tempo è nervoso ed abbastanza equilibrato, con il Casoria che però prova a fare sicuramente più gioco del Mondragone. Al 13′, la prima occasione è di marca viola con Napolitano, che, accentratosi, fa esplodere un destro dal vertice sinistro dell’area che lambisce la traversa. Si prosegue con una dura lotta a centrocampo, spezzata solo da un’illuminazione di Carlo Gioielli. Al 36′, il fantasista ex Pomigliano fa partire un lancio dalla trequarti che spiazza la retroguardia granata. Sulla sfera si avventa Alberto Cirelli, che aggancia splendidamente e con il sinistro porta in vantaggio la squadra di De Michele. Finisce così il primo tempo sull’1-0 per i padroni di casa.


La ripresa si apre con il pareggio del Mondragone. Al 56′, infatti, Di Palma sfugge all’attenzione della retroguardia viola ed entra in area di rigore. Il centravanti ospite prova a superare il portiere Capasso, che tocca il pallone. Il direttore di gara ravvisa però una spinta di Diana ai danni del numero 9 granata e concede il calcio di rigore. Sul pallone va il capitano Baratto, che realizza l’1-1  spiazzando l’estremo difensore casoriano. A 21 minuti dal termine, gli ospiti restano in 10 per l’espulsione di Napolitano, ammonito per una seconda volta dopo un battibecco con il numero 1 del Casoria Raffaele Capasso. Il Casoria, così, prova a spingere ed opera un forcing continuo. Quando mancano 5 minuti al termine, Gioielli prova a risolverla con un tiro dai 20 metri, allungato però miracolosamente in angolo dal portiere ospite. Ancora al 95′, Emilio Siciliano gira in porta con il sinistro sfiorando il palo alla sinistra di Manna. Termina così sull’1-1 il match.


Comments are closed.