L’Afragolese cade al cospetto del Pomigliano. I rossoblù perdono la vetta

0
468
De Cicco di Sant’Anastasia ancora stregato per l’Afragolese. Dopo la sconfitta in Coppa, i rossoblù perdono nuovamente per 2-1 contro il Pomigliano

L’Afragolese perde la vetta del Girone A d’Eccellenza. Nel posticipo delle ore 14:30 contro il Pomigliano, è arrivata infatti la seconda sconfitta in campionato per la compagine rossoblù. Conseguenza del risultato negativo portato a casa quest’oggi è stato l’abbandono del primato in classifica per effetto della contemporanea vittoria conquistata in extremis dalla Puteolana contro il Mondragone. Il Pomigliano, invece, torna a vincere dopo 9 partite, salendo al 13esimo posto in classifica con 17 punti.

LA PARTITA

I rossoblù partono meglio, sfiorando il vantaggio al minuto 25 con una punizione di Manzo. La palla calciata dall’ex Pol. Santa Maria si stampa sulla traversa, colpendo poi la linea prima di tornare in campo. Ciò nonostante, è il Pomigliano a passare in vantaggio al minuto 31 con Grieco. L’Afragolese non ci sta e si scuote, andando nuovamente vicina al gol prima della fine dei primi 45′ di gioco con Nocerino. Al 43′, il centrale difensivo, sfiora infatti il possibile 1-1 con un colpo di testa che termina di poco a lato. La prima frazione termina così sull’1-0 per i granata.


La ripresa si apre con il pareggio immediato degli ospiti. Al 47′, a firmare l’1-1 è il solito Dino Fava su calcio di rigore, conquistato dai rossoblù per effetto del fallo commesso da Barone Lumaga, nella circostanza espulso dal direttore di gara. Nonostante la superiorità numerica, l’Afragolese non incide e rimane anch’essa in dieci a causa dell’espulsione di Liguori al minuto 75. Due minuti dopo, arriva il nuovo vantaggio del Pomigliano con Foti, abile nel trasformare un penalty assegnato dall’arbitro ai granata. Nel finale, subentra anche Befi per tentare di raggiungere il pari. Per i ragazzi di Masecchia il forcing finale non produce risultati ed arriva la sconfitta. Finisce così 2-1 per i padroni di casa, che tornano a vincere dopo oltre 2 mesi di astinenza.

Foto in evidenza: Nando Avallone


Comments are closed.