Liguoro, Sogno e Marigliano: tre nuove pedine per lo scacchiere di Masecchia

0
505
L’Afragolese si è fiondata sul mercato invernale, anticipando la concorrenza con 3 colpi a sensazione. Dove si posizioneranno, però, Liguoro, Sogno e Marigliano nello schieramento di Masecchia?

L’Afragolese ha anticipato la concorrenza anche nella finestra invernale della campagna acquisti, accaparrandosi forse i migliori profili messi sul mercato dalle altre società. Sono arrivati, infatti, Santiago Sogno, Francesco Marigliano ed Alessandro Liguoro. Tre acquisti che sono andati a rafforzare l’organico in ogni zona del campo. I nuovi arrivi troveranno tuttavia una nutrita concorrenza, pur avendo tutte le qualità per ritagliarsi uno spazio importante in una formazione a dir poco stellare.

LIGUORO E MARIGLIANO: QUALITÀ E QUANTITÀ SULL’ESTERNO E NEL MEZZO

Alessandro Liguoro è stato l’ultimo ad aggregarsi all’organico messo a disposizione di Masecchia, ma di sicuro non è secondo per rilevanza agli altri acquisti conclusi dal DS Gaetano Romano. Liguoro si è infatti messo in mostra già la scorsa annata con la maglia dell’Afro Napoli, salvo poi trasferirsi in Serie D alla Turris. Con i corallini ha disputato la prima parte di questa stagione, collezionando anche alcune presenze. Il classe 2001, terzino sinistro di piede mancino, può rappresentare una valida alternativa a Valerio Vilardi e Vincenzo Romano nel ruolo di esterno basso nella difesa a 4. L’ennesima pluralità di opzioni messa a disposizione dell’allenatore dalla società guidata dal presidente Niutta.


Marigliano va ad arricchire, invece, la già ricca batteria di mezze ali attualmente in rosa. Ideale, per lui, il centrocampo a 3 utilizzato generalmente dall’allenatore afragolese. Nel 4-3-3, da preferire potrebbe essere il suo impiego accanto a Ricci e ad un ulteriore interno di centrocampo.

SOGNO: UNA MIRIADE DI SOLUZIONI

La versatilità di Santiago Sogno potrebbe sicuramente garantire imprevedibilità all’attacco afragolese. L’argentino potrebbe infatti giocare sia da prima punta, offrendo un’alternativa a Fava e Befi, sia migrare sull’out sinistro, lì dove è stato schierato negli ultimi mesi all’Afro Napoli. In questo caso, entrerebbe in competizione con Gennaro Signorelli. Un’eventualità, quest’ultima, che dovrebbe essere sicuramente essere la più plausibile, lasciando però spazio ad un’ulteriore soluzione alquanto affascinante. Idealmente, il sudamericano potrebbe anche giocare accoppiato con Fava in un 4-2-4, che vedrebbe Signorelli e Murolo schierati sugli esterni. Un’opzione sicuramente affascinante, ma forse difficilmente praticabile.

Foto in evidenza: Giovanna Amore


Comments are closed.