Moviola Casoria – Frattese: l’analisi del gol nerostellato

0
550
Il gol di Orazio Grezio che ha deciso la gara, ha destato qualche dubbio per la posizione dei due protagonisti della rete del vantaggio della Frattese

Azione abbastanza difficile da valutare per il guardalinee, quella del gol che ha deciso quest’oggi la partita Casoria – Frattese. Al centro dell’attenzione sono finite le posizioni di Sparano e Grezio, che paiono, a seguito di un’attenta analisi, regolari. C’è da precisare che le immagini non chiariscono comunque del tutto l’esatta dinamica dell’episodio incriminato. Tuttavia, sembrano offrirne una possibile chiave di lettura, che in ogni caso paiono smentire la chiara evidenza dell’offside che avrebbe macchiato il gol frattese.

L’ANALISI

In primis, va presa in considerazione la posizione di Sparano sul lancio di Fontanarosa. L’unico frame delle immagini in nostro possesso da poter prendere in considerazione è quello di cui sopra. Da questo, si riesce a scorgere la sagoma di Diana (in rosso), che terrebbe ancora in gioco Sparano in un momento addirittura posteriore alla partenza del pallone. Sembra dunque da scagionare l’assistente in questa situazione, in cui tra l’altro era perfettamente allineato con l’esterno della Frattese ed il centrale del Casoria.


In secondo luogo, va analizzata la posizione di Grezio in occasione della conclusione di Sparano. Il Cobra sembra essere, in questo caso, leggermente dietro la linea del pallone al momento del tiro in porta dell’esterno nerostellato. Il 9 sembrerebbe inoltre anche in linea con Diana. Ciò a riprova della possibile regolarità della marcatura.

Ovviamente, come specificato in precedenza, queste immagini non possono certo essere risolutive. L’unica cosa da evidenziare è comunque, quantomeno, la difficoltà della chiamata dell’assistente. Le posizioni sono infatti al limite in entrambi i casi, con conseguente impossibilità di dare una valutazione certa e definitiva dell’azioni di gioco analizzata.

Foto in evidenza: Nando Porzio


Comments are closed.