Casoria, ecco l’Afro Napoli: numeri e caratteristiche della squadra di Ambrosino

0
359
Al San Mauro, la prossima Domenica, il Casoria sarà chiamato ad una prestazione super per superare una delle migliori formazioni del Girone A di Eccellenza: l’Afro Napoli

Un’occasione per aprirsi la strada verso l’alta classifica. Questo può rappresentare, per il Casoria, la sfida casalinga contro l’Afro Napoli valevole per la decima giornata del campionato di Eccellenza. La Viola naviga infatti, attualmente, a ridosso della zona play-off, lì dove, alle spalle delle tre grandi del Girone A, viaggiano con buon ritmo i prossimi avversari. Uno scontro diretto, quindi, tra la quinta e la sesta forza dell’attuale graduatoria, con 4 punti a separare momentaneamente i leoni biancoverdi dai ragazzi di Ivan De Michele.

AFRO NAPOLI: ATLETISMO E FISICITÀ, MA OCCHIO AL RENDIMENTO ESTERNO

Condizione fisica invidiabile, ritmo partita e velocità di gioco sono sicuramente le caratteristiche che fanno dell’Afro Napoli un avversario decisamente temibile. Tuttavia, proprio a causa delle proprie caratteristiche, gli uomini di Ambrosino soffrono particolarmente i campi pesanti ed irregolari. Quest’ultimo dato è testimoniato dal rendimento esterno della formazione multietnica, ben diverso dal ruolino di marcia avuto in casa, sul sintetico di Mugnano. I biancoverdi hanno infatti ottenuto 15 punti sui 15 disponibili tra le mura amiche del Vallefuoco, salvo poi racimolare appena 4 punti nelle 4 trasferte sinora affrontate, frutto di un pareggio (1-1 a Pomigliano), due sconfitte (1-0 a Pozzuoli ed a Mondragone) ed una vittoria (1-0 a San Giorgio).


MODULO E CALCIATORI DA TENER D’OCCHIO

L’Afro è una squadra che può puntare anche sull’imprevedibilità tattica del proprio gioco offensivo. Ambrosino può infatti schierare sia un 4-2-3-1 sia un classico 4-3-3. In caso di utilizzo del primo dei due moduli, il tecnico è solito schierare sulla trequarti, da destra verso sinistra, Faella, Cittadini e Sogno alle spalle di Franco Padin. Diversamente, in caso di 4-3-3, il tridente offensivo viene generalmente composto da Tomasin, Padin e Sogno, con il possibile inserimento di Faella sull’out di destra.

Proprio quest’ultimo calciatore è stato il protagonista principale di quest’inizio stagione. Velocità, fisico e tecnica fanno di lui un calciatore completo, capace di impensierire costantemente le difese avversarie sulla fascia laterale destra. Per il classe 1997, sono 4 le reti sinora realizzate i campionato, così come quelle messe a segno da Santiago Sogno. Occhi puntati, inoltre, anche sugli argentini Padin e Tomasin, entrambi autori di 2 gol nelle ultime 3 gare di campionato.

Foto in evidenza: Giovanna Amore.


Comments are closed.